lunedì 18 agosto 2014

Parco Nazionale del Gran Sasso: una ricca biodiversità

Il Parco Nazionale del Gran Sasso, proprio come quello d'Abruzzo, con i suoi 150 mila ettari di superficie, va ad annoverarsi tra i più estesi d’Italia: uno spazio così vasto da offrire rifugio a una sterminata varietà di piante e specie animali abbracciando le provincie de L’Aquila, Ascoli Piceno, Teramo, Pescara e Rieti. Spostandosi da nord a sud gli ambienti cambiano radicalmente a partire dalla vegetazione. Se a media altitudine si trovano cerri, roverelle, ornielli, maggiociondoli, meli selvatici, cornioli, genziane (da cui si ricava il tipico liquore) e ginepri, a nord dominano i faggeti.




Nel Parco Nazionale del Gran Sasso abitano anche numerose varietà di mammiferi e uccelli, in primis il Camoscio, reintrodotto a partire dal 1992 dopo che la caccia indiscriminata ne aveva causato la scomparsa.
Figurano anche il cervo nobile, il capriolo, il lupo appenninico, l’arvicola delle nevi, rapaci quali l’aquila reale e il falco pellegrino, insetti e altre entità affini alla fauna alpina. Per una prima visita si può percorrere la strada maestra del parco che attraversa il perimetro del massiccio del Gran Sasso alla catena della Laga. In alternativa si può optare per l’ippovia percorribile oltre che a cavallo, anche a piedi o in mountain bike. 





Durante la stagione invernale, invece, aprono i battenti i quattro impianti sciistici di Monte Piselli, Prati di Tivo, Prato Selva e Monte Cristo.
All'interno del Parco Nazionale del Gran Sasso trova spazio una fitta rete di strutture impegnate nell'accoglienza turistica. Punti informativi, centri visita e musei offrono panoramiche e approfondimenti sul patrimonio ambientale e culturale del parco. Prima ancora di immergersi nelle bellezze naturalistiche che la riserva offre, un percorso virtuale consente ai visitatori di conoscere per mezzo di apparati multimediali interattivi interessanti dettagli sulla biodiversità.


Visita dalla fortezza


Il maestoso castello di Rocca Calascio è uno degli inestimabili tesori racchiusi all'interno del Parco Nazionale del Gran Sasso. La fortezza si trova a ben 1512 mt. di altitudine in vetta all'antico borgo di origine medievale (quest’ultimo a 1210 mt.), una posizione privilegiata che offre una vista mozzafiato sul parco e le ha fatto guadagnare il titolo di fortezza tra le più alte d’Europa. Da lì si possono ammirare la catena del Gran Sasso, l'altopiano di Campo Imperatore, la Majella e il Silente. Edificato totalmente in pietra a scopi militari, il castello in epoca contemporanea è stato il set naturale di pellicole quali Lady Hawke e Padre Pio. Merita una visita anche l’adiacente chiesa di Santa Maria della Pietà.


Entra anche tu a far parte del nostro gruppo di amici su Facebook


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...