mercoledì 6 agosto 2014

Campo Imperatore Montecristo: ad un passo dalle cime più alte del Gran Sasso

Gli appassionati di sci alpino lo conoscono per essere il più alto tra i comprensori del Gran Sasso e degli Appennini. La posizione di Campo Imperatore Montecristo rende perfetto l’innevamento nella stagione invernale per la gioia dei fondisti, che qui trovano ottimo “pane per i loro denti” nelle ampie valli e negli oltre 60 chilometri di piste, fun box, rails, quarter e spine. La zona deve il suo nome al fatto che Campo Imperatore un tempo era collegata a Montecristo da un impianto di risalita ormai dismesso. Con una funivia, però, si può sempre raggiungere il Calderone, noto per essere il ghiacciaio all’estremo sud dell’Europa. Da lì si scende oltre mille metri per raggiungere uno spettacolare altopiano.


Ma Campo Imperatore Montecristo non si limita ad essere un “parco divertimento” innevato. L’altopiano è stato accomunato alla valle di Phari Dzong dall’alpinista Fosco Maraini al punto di definirlo un “piccolo Tibet”.
Esso comprende il suggestivo giardino botanico dedicato a Vincenzo Rivera e dislocato lungo il pendio meridionale del Monte Aquila, tra Campo Imperatore e i Tre Valloni. Tante sono le specie vegetali che solo qui  riescono a vivere, nonostante le temperature rigide e la poca acqua.
Più a sud il territorio è quasi privo di vegetazione.
Davvero ricchissima è invece la biodiversità di specie animali. Numerose Aquile, falchi, e gracchi fanno di Campo Imperatore il loro habitat eletto, mentre in estate pascoli e greggi vi sostano in cerca di cibo e refrigerio. Merita una visita anche l’Osservatorio a 2145 mt. sopra il livello del mare, da cui si può scrutare la volta celeste in totale assenza di luci e bagliori grazie all’imponente telescopio.

Campo Imperatore Montecristo riveste un’importanza strategica sia per l’escursionismo sia per l’alpinismo. Da qui si parte per le principali escursioni al Gran Sasso. Si raggiunge il Rifugio Garibaldi attraverso Campo Pericoli, Monte Portella e Monte Aquila, oltre che Monte Brancastello e la traversata dell’altopiano fino a Prati di Tivo. Da Campo Imperatore è possibile raggiungere le cime più alte del Gran Sasso: Pizzo Cefalone, Pizzo d’Intermesoli, Corno Grande, Monte Prena e Monte Camicia.


Entra anche tu a far parte del nostro gruppo di amici su Facebook


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...